Fondi europei, Reti Culturali per la storia.

Montechiarini a Ombre Festival 2024

Luci e ombre sui processi contro le “donne criminali” tra indagini e pozioni.

Questo il focus dell’incontro con l’autrice di “Streghe, Avvelenatrici e Cortigiane di Roma. Il quaderno, le pozioni, gli archibugi”, Montechiarini Monia.
Un appuntamento immancabile di grande richiamo e valenza sociale anche l’edizione di questo anno per Ombre Festival con nomi importantissimi del mondo dell’editoria, politica, letteratura e molto altro.

Nel libro dedicato alle streghe del Friuli, Monia apre il lavoro di ricerca approfondita sulle storie vere del passato, che richiama perfettamente il leit motiv del Festival: “Rivolgi il viso verso il sole e le ombre cadranno alle tue spalle.”
Una costante ricerca sugli aspetti meno noti del passato, cercando di dare voce a coloro che non hanno avuto la possibilità di difendersi, superando e sfatando i luoghi comuni. La storia va esaminata in modo professionale ma con approccio divulgativo semplice, puntando l’attenzione sulle vere vicende e concentrandosi su un dato importantissimo: le persone accusate erano reali. Ma cosa condusse l’Inquisizione a sottoporle a processo? E, inoltre, conosciamo i nomi delle protagoniste della storia rimaste silenziose?
L’autrice, giurista che intraprese proprio a Viterbo la carriera legale, ritorna a svelare i segreti degli archivi e dei processi, fornendo informazioni strabilianti, con l’obiettivo di riflettere su una tematica scottante come la stregoneria, i numerosi casi di avvelenamento e violenza, cercando di riscattare la memoria delle tante donne coinvolte.

#ombrefestival2024 #montechiarini #streghe #viterbo

Il sito del Festival: https://ombrefestival.com/

Lascia un commento

Your email address will not be published.


CAPTCHA Image
Reload Image