La storia (vera) di streghe nel castello sforzesco di Vigevano

Un appuntamento di grande successo e coinvolgimento quello insieme all’Associazione “Quattro Passi nella Storia” di Vigevano che, insieme all’autrice del saggio, ha ospitato la ricostruzione delle vicende meno note del passato. Più di 130 persone presenti, rapiti in una Falconiera illuminata dalla luna: a mezzanotte nessuno parlava, completamente immerso nella scoperta dei segreti delle streghe. Oggetti riportati alla luce dalla Montechiarini, di grande bellezza e fascino, dopo le scoperte nei vari Stati europei oggetto delle ricerche. Di grande pregio anche tutte le ricostruzioni dell’Associazione, che si impegna tutto l’anno studiando armi, giochi, lavori al telaio e altri testi medievali e rinascimentali.

Presente anche la cronista proveniente dalla Russia, Ella Galeone, che con le sue riprese darà visibilità Oltreconfine. Un filo che lega la Montechiarini all’Estero: l’autrice oltre a lavorare da anni sulle streghe in Scozia, Islanda e Austria, ha infatti creato un progetto europeo sulle donne che nel Novecento nel mondo, venivano ancora chiamate Streghe.

Qualche foto dell’evento, tra danze, letture, esposizioni e tanti misteri svelati: un’occasione per riflettere sul presente alla luce delle voci delle donne del passato, nascoste dalla storia.

” Liddia de Jordano me disse che pure di notte parecchi anni sono fu trovata la strega in casa di detta Liddia con la camisola rossa (…) veniva tutta scarmigliata (spettinata) e senza velo, col lume spento!” Sono questi i passi dei verbali tratti dal saggio “Stregoneria: Crimine Femminile. Il caso di Donna Prudentia, la lamia di Blera, e altre streghe” dai quali la giurista ha fatto riprodurre un abito di questo colore e ha scelto di non indossare quel velo, imposto dagli Statuti.

Una bellissima esperienza, che riempie il castello di persone attente avvicinandole alla storia, attraverso la living history e l’attenta ricerca. Da non perdere gli altri appuntamenti dell’associazione molto attiva a Vigevano, come la scacchiera vivente e nuove iniziative.

Adesso, il prossimo appuntamento per Monia Montechiarini, sarà all’estero.

Monia Montechiarini in posa nella Strada Coperta più lunga d’Europa, con la Presidente dell’Associazione “Quattro Passi nella Storia di Vigevano”.
stregoneria al castello sforzesco di Vigevano.
#quattropassinellastoria  #stregoneriacriminefemminile #castellosforzesco #comunedivigevano #lanottechenoncera #leonardodavinci

Lascia un commento

Your email address will not be published.


CAPTCHA Image
Reload Image