Stregoneria: crimine femminile. Viterbo.


Immersi nei libri antichi del CEDIDO, presso Palazzo dei Papi a Viterbo, 130 persone hanno assistito alla prima presentazione del libro “Stregoneria: crimine femminile. Il caso di Donna Prudentia, la Lamia di Blera (Edizioni Penne&Papiri, pp. 19).Si percepisce un’esigenza intima e profonda celata dietro alle pagine dedicate dall’autrice, la d.sa Monia Montechiarini, alla stregoneria. Un fenomeno devastante che ha coinvolto, dal Medioevo al Rinascimento donne, con ricadute sociali e psicologiche su intere famiglie. Ridare la voce al passato, cicatrici della storia, con la ferma determinazione di chi ha profondamente voluto recuperare le vicende sconosciute, prima che tutto venga dimenticato, arrivando a far riflettere sull’ attuale fenomeno della violenza sulle donne e delle discriminazioni. Scorrendo le pagine si palesa che la magia era stata al pari della matematica, una disciplina da rispettare quindi, denigrata e strumentalizzata anche con l’avvento del Malleus Maleficarum (di cui l’autrice fa una approfondita analisi e spiegazione). In calendario prossimi appuntamenti a Bologna, Belluno, Trieste, Pordenone.